05/ott/2016

Olio di Argan: nutrimento per pelli vellutate.

La pelle ha bisogno di essere idratata e nutrita estate e inverno.
Oltre a prendersene cura con olii e creme dopo il bagno o la doccia, è importante usare prodotti adeguati anche per la pulizia. La linea bagno doccia di Verde Vera è studiata per soddisfare le esigenze della pelle più sensibile e delicata e per donare e mantenere elasticità e luminosità anche a pelli mature o sfibrate, nutrendole e colmandole di attenzione anche nella fase della detergenza. Gli olii vegetali apportano alla pelle numerosi benefici, grazie alla loro composizione ricca in acidi grassi essenziali e vitamine. La vitamina E, dall’azione antiossidante, possiede interessanti proprietà di prevenzione dall’invecchiamento della pelle e si trova in abbondanza nell’olio di Argan, di avocado, di sesamo e di girasole.

Nel deserto fiorisce l’ECORISPETTO.
Per trovare la pianta da cui si estrae l’Olio di Argan, l’argania spinosa, ci si deve spingere nel sud ovest del Marocco, nella regione situata tra Agadir e Essaouira. Si tratta di una specie diffusa in loco, ma sconosciuta in altri paesi fino a quindici anni fa. Il processo di fabbricazione dell’Olio di Argan è complesso e laborioso e servono da 6 a 7 alberi per produrre un solo litro d’olio, che viene estratto dal frutto, più precisamente dal nòcciolo. Si tratta di un olio extra vergine, dalle eccezionali proprietà benefiche, utilizzato da sempre nella gastronomia marocchina. Il lavoro di estrazione era abitualmente effettuato dalle donne berbere che perpetuavano questa tradizione ancestrale, ma il crescente interesse dell’industria cosmetica e il notevole incremento della richiesta da parte dei mercati stranieri hanno fatto sì che si sviluppasse anche una modalità industriale di estrazione. Dal 1996 sono quindi sorte alcune cooperative di donne locali, al fine di salvaguardare questa produzione tradizionale e garantire lo sviluppo socio-economico delle regioni rurali. Ad oggi se ne contano circa 130, che assicurano piccole rendite regolari a oltre 4.500 donne. [Fonte: « Le marché de l’huile d’argan et son impact sur les ménages et la forêt dans la région d’Essaouira », Bollettino n. 175, Ministero dell’Agricoltura e della Pesca marittima, aprile 2009]

La scelta dell’Olio di Argan quale componente dei nostri prodotti si inserisce perciò nella linea dell’ECORISPETTO, che ci sta a cuore perché porta avanti una filosofia di produzione ecosostenibile, a garanzia delle comunità locali e delle loro tradizioni.

Curare la bellezza, rispettando l’equilibrio della Natura.
Oltre al positivo impatto socio-economico, l’equilibrato mantenimento della foresta dell’argan rappresenta anche un notevole meccanismo di protezione ambientale. Sviluppata alle porte del deserto, la foresta permette di contenerne la progressione, contrastando la desertificazione, che minaccia gli insediamenti umani e la sopravvivenza delle piccole comunità locali. La superficie attuale della foresta, che si estendeva su un milione e mezzo di ettari agli inizi del ‘900, si è oggi ridotta della metà e non rappresenta che il 7% della superficie forestale del paese. L’8 dicembre 1998 la foresta di argan inclusa tra le Riserve della Biosfera istituite dall’Unesco, a salvaguardia delle specie di flora e fauna minacciate dall’estinzione.

L’albero di argan è presente in Marocco e in alcune regioni del Messico, ma solo la pianta marocchina permette la produzione del prezioso olio. L’albero, che può vivere fino a 200 anni, raggiunge dai 6 agli 8 metri d’altezza e il suo apparato radicale molto profondo (circa 25 metri) gli consente di attingere l’acqua necessaria dalle falde freatiche e di approfittare anche delle deboli precipitazioni della regione, resistendo a prolungati periodi di siccità e alle importanti escursioni termiche (da 3 à 50°C) tipiche delle zone desertiche. E’ proprio il suo intreccio di radici che assicura l’equilibrio dell’ecosistema, frenando la desertificazione, rallentando l’erosione pluviale ed eolica, grazie alla stabilizzazione del suolo e al mantenimento di uno strato erbaceo, nel quale l’acqua piovana tende a infiltrarsi, arricchendo la falda anziché disperdersi in ruscelli superficiali. La presenza degli alberi d’argan lungo i corsi d’acqua ne regolarizza la portata e ne stabilizza il percorso, aiutando la conservazione della flora marocchina, con oltre un migliaio di specie regionali caratteristiche.

L’Olio di Argan: elisir di giovinezza.
L’Olio di Argan si estrae dai noccioli e di solito si devono attendere 20 anni prima che l’albero produca frutti. Benché al giorno d’oggi alcune nuove tecniche permettano di forzare il ritmo naturale e far produrre frutti a 5 anni di età, la resa ottimale non si ottiene che a 20 anni. Oltre che per usi alimentari, quest’olio dal gusto delicato viene usato a scopi curativi ed estetici. La sua composizione equilibrata (circa 80% di acidi grassi insaturi e circa 30% di acidi grassi polinsaturi) è ricca di acido linoleico e di vitamina E, dalle proprietà antiossidanti. Gli vengono riconosciute proprietà antinfiammatorie, di riduzione degli effetti del cattivo colesterolo e di prevenzione dell’arteriosclerosi. In Marocco viene usato dalla medicina tradizionale per il trattamento dell’acne giovanile, di eczemi, irritazioni, screpolature, bruciature della pelle. Le donne lo utilizzano come prodotto cosmetico per pelle, capelli per le sue proprietà nutritive, protettive, addolcenti, rigeneranti.

All’Università di Rabat sono in corso studi su 300 donne in menopausa, per valutarne i benefici ormonali, ma un dato è certo: la pelle mantenuta elastica e luminosa sembra più giovane e l’effetto vellutante dell’Olio di Argan lo rende un vero elisir di giovinezza.

Se apprezzi le azioni che portiamo avanti nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente continua a seguirci. Per saperne di più sulla Linea di cosmetici Verde Vera e sui principi dell’ECORISPETTO clicca qui http://verdevera.despar.it/