14/dic/2016

Esfolianti: la guerra alle cellule morte.

Già nel 3500 a.C. uno scritto ritrovato in un antico papiro vantava i benefici delle paste abrasive: gli Egiziani utilizzavano una soluzione di latte e miele con polvere di alabastro e in ogni tempo uomini e donne hanno desiderato cancellare alcune imperfezioni cutanee superficiali (rughe, cicatrici, cheratosi, macchie di pigmentazione), lisciando la superficie della loro pelle, cercando così di migliorarne l’aspetto e di proteggerne la freschezza per ringiovanirla. Le tecniche abrasive contemporanee sono la dermoabrasione (meccanica), i peeling (abrasione chimica) e l’abrasione con il laser (termica). Esistono peeling agli acidi di frutta (glicolico, lattico, mandelico), agli acidi cosiddetti deboli (lattico e salicilico), la cui azione si limita al livello dello strato esterno, e molti altri. Si tratta di tecniche che vanno praticate in estrema sicurezza e sotto controllo medico, in particolare gli esfolianti chimici, che causano un disfacimento controllato della cute, con la conseguente desquamazione, che permette la rimozione dalla superficie della pelle delle cellule morte.

Pulire la pelle rispettandola.
Esistono però anche altri trattamenti, quali il gommage, lo scrub e gli esfolianti. Si usa il termine gommage per l’esfoliazione fisica, in cui l’effetto viene prodotto dallo sfregamento di alcuni elementi microabrasivi contenenti piccole particelle, come sabbia, sale, noccioli di frutti sminuzzati o piccole sfere. Questo metodo permette di dosare con esattezza il livello di esfoliazione desiderato. Si usa invece il termine esfoliazione, quando vengono impiegati principi attivi chimici e scrub per l’esfoliazione meccanica sul corpo.
L’azione esfoliante può infatti anche essere meccanica, quando utilizza accessori come spazzole da massaggio, pietra pomice o guanti di crine e consente una esfoliazione manuale per sfregamento: Grazie all’applicazione di una pressione uniforme, ma non troppo insistente, le cellule morte vengono efficacemente e dolcemente eliminate e le gambe sono pronte per l’epilazione o la depilazione.

Pensieri e fatti su esfolianti, gommage e scrub.
L’esfoliazione serve a liberare la pelle dalle cellule morte che si accumulano sulla sua superficie e contribuisce alla luminosità dell’incarnato e al mantenimento di una pelle morbida e liscia. Oltre all’immediato effetto estetico, l’esfoliazione stimola i naturali meccanismi di microcircolazione e di rigenerazione dell’epidermide. Questo trattamento è importante quando si pianifica una depilazione, perché permette di preparare la pelle per evitare la proliferazione dei peli sottocutanei e incarniti, soprattutto sulle gambe, laddove la presenza dei peli è notevole e la pelle è spesso secca.

Sull’esfoliazione si sentono molte opinioni: alcune sono fondate, altre lo sono meno.
Spesso si sente dire che il gommage quotidiano garantisce una pelle più morbida e che si deve strofinare con energia per una pulizia efficace, ma non è così, anzi ripetuti trattamenti potrebbero rendere la pelle troppo fragile: è sufficiente una pulizia profonda una volta alla settimana, prima del bagno o della doccia, fatta con vigore, ma con dolcezza. Alcuni ritengono che il gommage e l’esfoliazione secchino la pelle, mentre, al contrario, il fatto di liberarla dalle cellule morte, consente un miglior assorbimento dei principi idratanti che le applichiamo.

Pulire, purificare e nutrire: ci pensa Verde Vera.
Le persone dalla pelle sensibile pensano che sia meglio evitare questi trattamenti, ma si sbagliano. Ogni tipo di pelle ha bisogno di una pulizia profonda; l’importante è fare attenzione ai prodotti che si usano, privilegiando gli scrub delicati, che combinano le microsfere con ingredienti emollienti e antirritanti. L’Olio Scrub purificante argan jojoba e vinaccioli di Verde Vera è stato studiato proprio con questo intento.

Per un risultato ottimale è opportuno utilizzare i prodotti esfolianti prima della doccia o del bagno, in modo da eliminare completamente le cellule morte, rimosse dal trattamento, anche se il gommage sulla pelle umida è meno intenso e meglio tollerato dalle pelli delicate e sensibili.

Un pregiudizio diffuso riguarda il fatto di non praticare il gommage prima di un’epilazione, per non irritare la pelle, mentre, al contrario, l’esfoliazione aiuta a sbarazzare la pelle dai peli incarniti e dalle imperfezioni, che renderebbero l’epilazione più difficile e anche dolorosa. Per questa ragione le gambe sono proprio una delle zone che richiede maggiori attenzioni per quanto riguarda la pulizia profonda.

Le cellule della pelle si rinnovano più o meno ogni mese, ma vari fattori, quali l’età, il tabacco o uno scorretto stile di vita possono alterare questo processo. Per questo motivo è importante procedere alla regolare pulizia profonda del viso e del corpo: sbarazzandoci delle cellule morte che ostruiscono i pori e seccano la pelle, eliminiamo le impurità che le impediscono di respirare e di funzionare normalmente e in questo modo diminuiscono anche brufoli e punti neri. L’azione stimolante sulla microcircolazione favorisce la rigenerazione cellulare e permette alla pelle di meglio proteggersi dagli attacchi degli agenti esterni, quali vento, freddo e caldo eccessivi e di assorbire con efficace i principi nutritivi contenuti nei prodotti che applichiamo abitualmente.

Per saperne di più su Verde Vera e sui nostri prodotti, rispettosi della salute del corpo e dell’ambiente clicca qui
http://verdevera.despar.it/