29/feb/2016

Chi gioca per la Natura può vincere Gemma Verde

Stare dalla parte della Natura cambia il nostro modo di vedere le cose, ci abitua a considerare il mondo non più come una proprietà da usare e sfruttare, ma come un dono prezioso, di cui avere cura.

Se giochi con noi al Concorso “La mia casa è la Natura” puoi vincere un regalo altrettanto prezioso: uno SMERALDO del valore di 3.000 euro.

29 febbraio: rarità ed equilibrio
Oggi è un giorno speciale, un giorno raro, che viene una volta ogni quattro anni.
Il 29 febbraio è il segno distintivo dell’anno bisestile.
La tradizione vuole che porti sventura, ma noi preferiamo concentrarci sulla sua rarità e sul fatto che questo giorno viene introdotto per equilibrare il calendario, al fine di evitare lo slittamento del computo delle stagioni. Per celebrare degnamente questa rara giornata che ci viene regalata, una giornata in più in cui vivere, amare, essere felici e trattare bene il pianeta, ti presentiamo il superpremio del nostro Concorso “La mia casa è la Natura”: lo SMERALDO, GEMMA VERDE per eccellenza.

Madre Natura, preziosa come una gemma rara
La Natura è preziosa e bisogna averne cura.
Le gemme rare si trovano a prezzo di fatica, sacrifici e rinunce, così la conservazione e il rispetto dell’ambiente richiedono uno sforzo per il bene comune.
Il risultato dell’impegno ha comunque un valore di gran lunga superiore, proprio come lo SMERALDO che puoi vincere giocando con noi.

Lo SMERALDO, simbolo di equilibrio e conoscenza
La tradizione esoterica narra che Lucifero, il più grande degli Arcangeli, portasse uno smeraldo incastonato sulla fronte. Dopo la ribellione, durante la cacciata e la caduta, Lucifero perse la pietra, ma la gemma fu raccolta dagli Angeli e scolpita a forma di coppa: la stessa coppa usata da Gesù durante l'ultima cena in casa di Giuseppe d'Arimatea. Dopo la morte di Cristo, la coppa venne utilizzata ancora una volta, per raccoglierne il sangue e fu Giuseppe a conservarla, portandola con sé nel viaggio che lo condusse fino alle coste del Nord Europa, dove il calice prese il nome di Sacro Graal, entrando a far parte di miti e leggende.
Il messaggio del Graal è la ricerca della restaurazione dell’ordine e dell’armonia tra Dio e l'uomo, dopo la rottura causata dall'allontanamento di Lucifero e Adamo.

Lo smeraldo, pietra verde per eccellenza, simboleggia il colore del nostro pianeta e gli venne affidato il compito di iniziatore e custode della Conoscenza per l'Umanità. Le grandi divinità del Centro-America e dell'India recano anch’esse uno smeraldo sulla fronte, in corrispondenza del terzo occhio, quello che penetra oltre la materia.

Simbolo dell’ECORISPETTO: lo SMERALDO.
Lo Smeraldo è la varietà verde e più preziosa della specie Berillo.
La sua caratteristica più apprezzata è la tonalità di colore verde, causato dalla presenza nel reticolo cristallino di tracce di cromo e vanadio. In Colombia si estraggono oggi le gemme più belle e pregiate, ma i primi smeraldi di cui si ha traccia nella storia provenivano dall’antico Egitto, vicino al Mar Rosso: era lì che si trovavano i famosi smeraldi di Cleopatra.

Come per altre pietre preziose, anche gli smeraldi sono classificati in base a precise caratteristiche: colore, taglio, integrità e trasparenza.

Il colore la peculiarità più importante: deve essere puro, uniforme e avere il giusto grado di tonalità, saturazione e luminosità: solo le pietre più scure, dove predomina il verde, sono considerate smeraldi, benché la gamma delle tonalità di verde possa variare dal più chiaro al più scuro. Il taglio classico è a forma rettangolare, con taglio a S, ma ne esistono anche con taglio brillante, rotondo e ovale.

Contribuisci all’ECORISPETTO e partecipa al nostro Concorso “La mia casa è la Natura”.
Puoi vincere lo SMERALDO del valore di 3.000 euro

Continua a seguirci per saperne di più sui prodotti e gioca con noi
http://www.lamiacasaelanatura.it/