26/feb/2016

La Nuova Alchimia: il rifiuto non esiste

Siamo invasi da carta, oggetti, materiali di ogni forma e misura, ma il rifiuto solido per eccellenza, quello non biodegradabile e considerato altamente inquinante, è la materia plastica.

I rifiuti sono diventati uno dei maggiori problemi della società moderna, ma a noi piace pensarli secondo i principi dell’”economia circolare”, cioè di un ipotetico sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo. In questo sistema virtuoso, al quale cerchiamo di contribuire con il nostro approccio ecorispettoso, i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, che si reintegrano nella biosfera, e quelli tecnici, che non potendo rientrare nella biosfera vanno rivalorizzati.

Trasformare il rifiuto in risorsa
L’economia circolare si basa su alcuni principi semplici.
Il primo è che il rifiuto non esiste: tutti i componenti di un prodotto possono essere progettati allo scopo di adattarsi all’interno di un ciclo dei materiali, che ne prevede lo smaltimento o il riciclaggio riducendo al minimo l’impatto ambientale. I componenti biologici possono essere compostati, quelli tecnici, polimeri, leghe, plastica, metalli e altri materiali artificiali vanno studiati e progettati per poter essere utilizzati di nuovo con un minimo dispendio di energia. Gemma Verde utilizza contenitori costruiti al 100% con plastica riciclata post-consumo.

Adattarsi al mondo in cambiamento
Il secondo è che la diversità è la forza.
Il mondo si evolve con accelerazione costante e se vogliamo puntare verso l’economia circolare bisogna concentrarsi su prodotti adattabili e duraturi. La modularità e la versatilità vanno privilegiate, si punta sulla resistenza e la durata, non più solo sull’efficacia.
Gemma Verde concentra elementi di alta efficienza, per cui il prodotto può essere usato in quantità minime, ottenendo il risultato igienico desiderato e duraturo.

Mantenere in circolazione l’energia
Il terzo sostiene che anche l’economia dovrebbe ricavare la propria energia da fonti rinnovabili, proprio come accade per tutti gli esseri viventi. Le attività e i prodotti che rispettano questo principio incidono in misura minima sull’ambiente, anzi concorrono a mantenerlo in salute. Gemma Verde utilizza solo materie prime di origine vegetale da fonti rinnovabili.

Pensare in modo sistemico
Il quarto principio è squisitamente olistico e si basa sulla ferma convinzione che “tutti siamo uno”: all’interno di un sistema tutti i componenti si influenzano reciprocamente. Non esiste azione da noi compiuta che non abbia conseguenze e ripercussioni sull’intero ambiente. Gemma Verde pratica i principi dell’ECORISPETTO in tutta la filiera: dalla produzione, all’imballaggio, al trasporto, alla vendita.

La Nuova Alchimia: nulla si crea, nulla si distrugge.
Tutto circola e si trasforma. Poniamo grande attenzione ai dettagli e alle attività che svolgiamo. Ci piace lavorare in questo modo perché siamo consapevoli che è possibile trasformare situazioni critiche in azioni positive. Ci piace soprattutto poterlo raccontare, perché teniamo ad avere clienti responsabili e informati, che ci aiutino a migliorare la qualità dei prodotti, nel rispetto per la Natura.

Continua a seguirci per saperne di più sui prodotti e gioca con noi
http://www.lamiacasaelanatura.it/